F.A.Q.

Lo Scoutismo cosa è?

Lo scoutismo  è un movimento a carattere non politico, aperto a tutti senza distinzione di origine, razza e fede religiosa, nato da un’idea di Sir Robert Baden-Powell, barone di Gilwell, noto a tutti gli scout del mondo come Baden-Powell o semplicemente B.P.

Oggi il movimento scout è diffuso a livello mondiale e, contando più di quaranta milioni di iscritti, è una delle più grandi organizzazioni di educazione non formale. Scopo dello scoutismo, fondato sul volontariato, è l’educazione dei giovani a un civismo responsabile mediante lo sviluppo delle proprie attitudini fisiche, morali, sociali e spirituali. Il metodo educativo si basa sull’imparare facendo attraverso attività all’aria aperta e in piccoli gruppi.

A Dalmine da circa mezzo secolo esiste il gruppo AGESCI.

L’AGESCI, è un’associazione cattolica giovanile che ha lo scopo di contribuire, nel tempo libero e nelle attività extra-scolastiche, alla formazione personale dei soci giovani secondo i principi del metodo scout adattati alla realtà sociale italiana.

Per quanto riguarda i  bambini, ragazzi e giovani adulti, esiste una suddivisione in base a tre fasce di età chiamate branche:

  • Branca Lupetti e Coccinelle (L/C) – bambini/e dagli 8 agli 11/12 anni
  • Branca Esploratori e Guide (E/G) – ragazzi/e dai 11/12 ai 16 anni
  • Branca Rover e Scolte (R/S) – giovani dai 16 ai 20/21 anni

I ragazzi di ciascuna branca svolgono le attività in gruppi chiamati unità: per le coccinelle il Cerchio, per i lupetti il Branco, per gli esploratori e le guide il Reparto, per i rover e le scolte il Clan/Fuoco, con un primo momento chiamato Noviziato. Nel reparto è in realtà predominante l’appartenenza alla squadriglia.


Quando si svolgono le attività scout?

Le attività variano di branca in branca, ma in generale le principali attività scout si svolgono da ottobre a giugno, generalmente di sabato o domenica, con modalità e ritmo di 2/3 riunioni, un weekend al mese e due campi d’inverno e d’estate.

Per i più piccoli, i LUPETTI,  le uscite con pernottamento si svolgono a partire del mese di marzo in poi, questo per abituare gradualmente il bambino a dormire fuori da casa. Ci sono poi i campi: due giorni a fine aprile, per eventi scout della Zona di Bergamo, ed un campo estivo di circa sette giorni.

Il calendario delle attività è comunicato periodicamente alle famiglie.


Dove si svolgono le attività?

Lo scoutismo dà molta importanza alla vita all’aperto:  le attività pertanto si svolgono prevalentemente nella natura: parchi, boschi e campagna per i lupetti.

Naturalmente nei mesi invernali, per i Lupetti, numerose attività vengono svolte nella nostra sede (“Tana”) all’interno dell’oratorio di Dalmine San Giuseppe. Durante le uscite con pernottamento si dorme al chiuso (in sedi di altri gruppi, oratori, parrocchie, ecc.) con il sacco a pelo.


Che equipaggiamento è necessario?

Per gli scout grande importanza ha l’uniforme, che come dice il nome, ha lo scopo di sottolineare il valore dell’unità nell’esperienza scout. Nell’uniforme ogni elemento (fazzolettone, distintivi) rappresenta qualcosa, l’Associazione, il Gruppo, il proprio sentiero di crescita, ecc.
Dal momento che le attività si svolgono all’aperto, molto importante è avere adeguato equipaggiamento.

Esiste un “mercatino dell’usato”! Ottima soluzione per trovare, o donare, materiale utile a buon prezzo!


Quanto costa partecipare alle attività scout?

L’AGESCI a livello nazionale richiede una quota annuale di circa 40€, quota che comprende l’assicurazione e l’abbonamento alla rivista dedicata alla fascia di età del ragazzo iscritto.

A livello territoriale, quindi dei singoli Gruppi, esistono piccole quota pagate per ciascuna uscita, stabilite di volta in volta, che coprono i costi vivi.

A parte è chiesta la quota di partecipazione ai campi, che variano a seconda della durata e della locazione scelta.

Coscienti che l’aspetto economico è sempre un argomento delicato, i Capi  Scout sono sempre disponibili ad affrontare eventuali situazioni particolari purché ci sia la volontà da parte della famiglia di far presente la situazione.


Quali formalità sono richieste per aderire all’AGESCI?

Per i nuovi iscritti è organizzata nel mese di settembre/ottobre di ogni anno una riunione in cui viene presentata la proposta scout e tutte le implicazioni pratiche legate alla partecipazione alle attività. Per i nuovi iscritti è necessario anche compilare una scheda sanitaria. Il pagamento della quota annuale è obbligatorio per permettere la copertura assicurativa dell’iscritto e per adempiere alle normative in materia di privacy e viene pagata dopo qualche mese per permettere di valutare la voglia o meno del ragazzo, di partecipare alla proposta scout.


 

Annunci